lightroom-desktop-sincronizzazione-studio-infocus-roma-copertina

Adobe Photoshop Lightroom sbarca finalmente nel mondo mobile grazie alla versione per iPad, rendendo possibile la gestione dell’intero workflow fotografico in mobilità. Scopriamo insieme i dettagli!

lightroom-desktop-sincronizzazione-studio-infocus-roma

Alcuni mesi fa, vi avevamo parlato in questo articolo di come Adobe avesse fatto trapelare ad hoc il fatto che stesse all’opera su una versione mobile di Lightroom, lo strumento software che è diventato lo standard dell’industria per la gestione dell’intero workflow fotografico. Se non sapete cosa sia Lightroom ed in che modo può esservi utile nel gestire ed elaborare i vostri file RAW, vi invitiamo a leggere questa introduzione dettagliata al programma.

Nella notte passata, finalmente Adobe ha reso disponibile al download gratuito Lightroom Mobile per iPad.

download-dall-app-store-lightroom-mobile-studio-infocus-roma

Non si tratta, però, di una applicazione stand alone, ossia in grado di essere utilizzata da sola, ma richiede l’iscrizione alla Creative Cloud di Adobe e una copia di Lightroom 5 installata su un computer desktop. Questo perché Lightroom Mobile è stato pensato come un complemento alla versione desktop, che consenta al fotografo di avere rapido accesso alla propria libreria in mobilità e di effettuare rapide modifiche ai propri file RAW quando non si ha un computer a portata di mano.

modulo-libreria-lightroom-mobile-studio-infocus-roma

Ciò che rende possibile tutto questo è la tecnologia delle smart previews introdotta con Lightroom 5 la scorsa estate: questo consente di avere a disposizione delle anteprime ad altissima risoluzione su cui è possibile lavorare liberamente nel modulo sviluppo usando tutti gli strumenti disponibili nella versione desktop dell’applicazione senza, però, la necessità di avere file di grandi dimensioni.

L’architettura per la sincronizzazione realizzata da Adobe è molto ben riuscita: avendo a disposizione una connessione internet per l’iPad, la versione desktop e quella mobile di Lightroom sono costantemente aggiornate utilizzando il cloud messo a disposizione da Adobe attraverso la Creative Cloud. In questo modo, qualsiasi modifica apportata nel modulo libreria o in quello sviluppo su una qualsiasi delle due piattaforme verrà sincronizzata automaticamente senza alcun intervento da parte dell’utente. Dopo le prime prove fatte questa mattina, possiamo dirvi che il sistema funziona in maniera molto intuitiva ed è abbastanza rapido, a patto di avere a disposizione una connessione Wi-Fi sufficientemente veloce. Il trasferimento delle immagini dal modulo libreria di Lightroom versione desktop a quello di Lightroom Mobile è immediato e semplicissimo, così come i cambiamenti fatti sull’iPad (sia ai metadati, ad esempio il rating o l’inserimento di parole chiave, sia modifiche al file) sono stati sincronizzati praticamente in tempo reale con la controparte desktop. A breve, realizzeremo un tutorial su come sincronizzare la versione desktop di Lightroom con la versione mobile, quindi se siete interessati mettete “Mi piace” alla nostra pagina Facebook oppure compilate il form sulla sinistra per iscrivervi alla nostra newsletter.

L’interfaccia è molto intuitiva ed è naturale interagire con i vari slider utilizzando le proprie dita. Lightroom Mobile si avvantaggia molto delle capacità multi-touch dell’iPad, tramite diverse gestures create ad hoc da Adobe, come ad esempio la possibilità di flaggare una foto come Presa o Rifiutata semplicemente muovendo un dito verso l’alto o verso il basso.

In generale, quindi, il primo approccio è molto buono, anche se occorrerà spendere un po’ di tempo per prendere confidenza con il programma e riuscire a capirne a fondo le potenzialità.

Personalmente, ritengo che sia molto comodo quando si scatta con la macchina collegata al computer ed importando direttamente le immagini in Lightroom per far vedere in tempo reale al cliente il risultato e consentirgli di selezionare la immagini migliori direttamente da un divano utilizzando l’iPad. Per non parlare, poi, della possibilità di elaborare in maniera molto più immediata i provini per dare una anteprima dell’immagine finale ai propri clienti.

Inoltre, credo proprio che Lightroom Mobile diventerà l’applicazione che utilizzerò per mostrare il mio portfolio ai potenziali clienti: niente più esportazioni e sincronizzazioni tramite iTunes, ma un paio di raccolte dinamiche definite nel modulo libreria di Lightroom costantemente e automaticamente aggiornate in Lightroom Mobile e sempre pronte ad essere mostrate.

Di seguito trovate il video di lancio di Lightroom Mobile rilasciato dalla stessa Adobe. Buona visione!

Per informazioni dettagliate sul programma e sugli abbonamenti Creative Cloud, vi rimandiamo al sito ufficiale di Adobe.

Se volete imparare tutti i trucchi per usare al meglio Lightroom, vi invitiamo al nostro Workshop di Elaborazione Digitale con Lightroom. Se volete saperne di più o avete domande, compilate il form qui in basso e provvederemo ad inviarvi immediatamente tutti i dettagli!

[contact-form-7 404 "Not Found"]

Al momento, Lightroom Mobile è disponibile esclusivamente per iPad, ma Adobe ha comunicato di essere al lavoro sulle versioni per Android e Windows Phone, anche se non è stata ancora comunicata alcuna data ufficiale per il rilascio.

E voi cosa ne pensate di Lightroom in mobilità? Pensate che possa essere utile oppure credete che non inserirete Lightroom Mobile nel vostro workflow? Fatecelo sapere lasciando un commento tramite il box qui in basso oppure mettendo “Mi piace” alla nostra pagina Facebook e partecipando alla discussione sulla nostra bacheca!

Buona luce a tutti ricordate di… Rimanere inFocus!!

Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter gratuita per non perdere nessuno dei nostri articoli e per essere subito informato di tutte le nostre attività e delle promozioni in corso!

*Detestiamo lo spam come te e, per questo, proteggiamo attentamente i tuoi dati.

About the author

Daniele

Daniele, da sempre appassionato di fotografia e di tutto ciò che vola, insegue le sue passioni conseguendo una laurea in ingegneria astronautica ed esplorando sempre più a fondo l'universo fisico e quello fotografico, sperimentando e raccontando il mondo come lo vede attraverso la sua macchina fotografica.

  • Fotografi in festa: Adobe reintroduce la vecchia finestra di importazione in Lightroom
    Fotografi in festa: Adobe reintroduce la vecchia finestra di importazione in Lightroom
  • Alcuni semplici trucchi per velocizzare Lightroom
    Alcuni semplici trucchi per velocizzare Lightroom
  • La nuova schermata di importazione di Lightroom CC 2015: è veramente così male?
    La nuova schermata di importazione di Lightroom CC 2015: è veramente così male?
  • Il nuovo strumento rimuovi foschia in Lightroom CC
    Il nuovo strumento rimuovi foschia in Lightroom CC